3 settembre 2015
MARLENE, IL FASCINO DELLA MELA DELL’ALTO ADIGE

Marlene Dietrich, la Divina.

Affascinante, sinuosa, elegante, praticamente un mito del mondo del cinema e dell’immaginario di quanti la conobbero e ne apprezzarono le doti artistiche. Marlene è l’Angelo Azzurro che incanta i cineasti e il pubblico internazionale, trasformando l’ideale femminile in un mito tramandato sino ai nostri giorni. Mito il cui nome nel 1995 battezza anche un altro talento naturale: la “mela Marlene”.

Marlene, difatti, debutta sul palcoscenico dell’imprenditoria nazionale nel 1995 su iniziativa del Consorzio VOG, per comunicare in modo unitario la ricchezza varietale e la qualità delle mele coltivate da 16 cooperative altoatesine. Marlene oggi è uno dei simboli della frutta di eccellenza dell’Alto Adige / Südtirol, sostenuta non solo della passione che giornalmente i 5.000 coltivatori mettono in campo, ma anche dell’intensa attività di comunicazione che in 20 anni è riuscita a riassumere in un unico concetto i valori del forte legame con il territorio, dell’ampiezza varietale e della grande cura dei prodotti.

Marlene Dietrich la “Divina”, Marlene il nome della mela dell’Alto Adige…

“Il nome Marlene? – ci spiega Sabine Oberhollenzer, responsabile pubbliche relazioni della VOG – E’ stata una scelta dettata dall’idea di affiancare ad un prodotto di qualità il nome di un personaggio famoso, femminile, di grande fascino, un nome tedesco il cui impatto sul consumatore sarebbe stato sicuramente decisivo in un territorio come quello dell’Alto Adige”.

La mela Marlene fa parte della grande famiglia VOG: il consorzio nato settant’anni orsono e che attualmente riunisce sedici cooperative sociali, rappresentative di 5.000 aziende famigliari.

VOG commercializza le sue mele in 40 Paesi, sia con il marchio Südtiroler Apfel g.g.A.® che con il brand Marlene®, disponibile in Italia, Spagna, Malta, Cipro, Belgio, Olanda e Danimarca ed Africa del Nord. Il Consorzio è inoltre membro dei Club Varietali Pink Lady®, Kanzi®, Modì®, Rubens®, Jazz® ed Envy®, novità del 2014, i marchi che completano la ricca offerta di frutta a brand del VOG.

“L’azienda Marlene nasce proprio da una di queste famiglie – continua Sabine Oberhollenzer: – Siamo il Consorzio delle Cooperative ortofrutticole dell’Alto Adige, in questo consorzio sono comprese 16 cooperative alle quali fanno riferimento oltre 5000 produttori e coltivatori di mele in Alto Adige. Solo le mele di migliore qualità vengono distribuite sotto il marchio Marlene. La mela Marlene è nata per il mercato italiano, li sono stati fatti delle indagini di mercato ed emerso che per il consumatore italiano è più facile ricordarsi di un nome piuttosto che di una regione, così siamo passato dalla mela dell’Alto Adige alla mela Marlene dell’Alto Adige. Nell’autunno del 2007, il marchio Marlene è sbarcato in Spagna portando oltre i Pirenei tutto il gusto e il sapore delle mele. Negli ultimi anni il marchio è stato successivamente esportato a Malta, Cipro, in Belgio, Olanda e Danimarca, riscuotendo ottimi risultati”.

Il fascino della mela Marlene ha dunque superato vari confini, così come seppe fare la “Divina” negli anni in cui era lecito sognare in bianco e nero. Oggi invece i colori di “Marlene” arricchiscono di fascino e gusto i momenti di milioni di consumatori.

“Le caratteristiche della mela Marlene rispondono a tutta una serie di parametri che partono ovviamente dalla qualità, per arrivare sino al colore, al calibro ed ogni altro requisito che rende la mela Marlene unica nel suo genere. La zona di produzione del nostro frutto si estende da Salorno sino a Merano.

Dal 1995 ai giorni nostri, il successo della mela Marlene è stato immediato. Anzi per tornare alla nostra “Divina Marlene” potremmo dire che tra la mela Marlene ed il consumatore è stato amore a prima vista.

Da cinque anni a questa parte il marchio Marlene vive la sua internazionalizzazione, una visibilità importante sostenuta da campagne promozionali e pubblicitarie sviluppate su undici palcoscenici internazionali. La mela Marlene del terzo millennio? Avrà ulteriori caratteristiche ma sarà sempre fedele alle sue origini ed alle sue tradizioni. Il marchio Marlene gode dell’indicazione geografica protetta, questo vuol dire che le nostre sette varietà sono garantite e tutelate del marchio IGP dell’Unione Europea”.

Per una star della nostro (e non solo) quotidiano, è stato necessario griffarla con un claim che racchiudesse le qualità e i requisiti principale del prodotto…

“Vivi la varietà. E’ lo slogan pensato per la nostra Marlene. Il marchio, difatti, propone ben sette varietà di prodotto. Il nostro imperativo è stato quello di dire che Marlene è la mela giusta per tutti i gusti. Il nostro target di comunicazione, è quello della donna evoluta ma soltanto per definire un aspetto elegante e positivo. Del resto la mela Marlene viene consumata da tutti ed a ogni età”.

Mela Marlene un prodotto cult che soppianta pari pari l’immagine tradizionale del prodotto terapeutico della serie: una mela al giorno leva il medico di torno…

“Oggi potremmo dire che con la mela Marlene ti fai compagnia e diventi più giovane. E’ proprio così, la mela fa bene…”

Il fascino della mela Marlene ha ipnotizzato anche gli uomini della Promotionline, l’azienda che ha personalizzato la bellezza della Marlene. Come hanno fatto ad innamorarsi la Mela Marlene e la Promotionline?

“Sono stati loro ad innamorarsi di noi. – afferma decisa Sabine Oberhollenzer – La scintilla è nata dieci anni fa, anche grazie ad una precedente collaborazione con un’altra azienda locale. Devo dire che mi sono sempre trovata molto bene con la Promotionline per quanto riguarda il concetto dei materiali promozionali, sicuramente innovativi e sempre un passo avanti da quelli proposti da altre aziende. La Promotionline è sempre pronta a soddisfare le nostre richieste. Il mercato del promozionale è molto variegato con tanti interlocutori che promettono altrettanto. Per me è sempre stato importante dialogare con un partener che capisce subito quello che voglio ed è in grado anche di suggerirmi proposte al passo con i tempi ed anche più in là. Possiamo dire che tra Marlene e Promotionline quello che è stato l’innamoramento iniziale si è sviluppato bene tanto da diventare un rapporto consolidato”.