11 novembre 2016
OMP RACING, ECCELLENZA ITALIANA NEL MONDO

Si narra che quando Herman Hesse osservò il paesaggio che adornava a valle il monte Reale, rimase piacevolmente attratto dall’acquerello di colori raffigurante i monti genovesi, le pietre gialle ed il colore azzurro delle acque del torrente Scrivia. Un paesaggio la cui quiete sarebbe stata, qualche decennio dopo, animata dalla fervida immaginazione e dalla sfrenata inventiva di una famiglia che avrebbe segnato un’epoca. Dopotutto, a Ronco Scrivia la capacità di innovare e rendere fertili le idee, rappresenta uno dei tratti caratteristici di un territorio che, sin dall’età antica, trovò nel suo toponimo il verbo che meglio l’avrebbe rappresentata. Quando i romani medioevali decisero di battezzare quel lembo di terra (a nord di Genova) con il termine di Ronco, lo fecero convinti che quella terra incolta sarebbe diventata fertile e rigogliosa. Ronco che diventò nel tempo Ronco Scrivia.
Runcare: è stato questo il verbo che, nel 1963, ha animato le intenzioni dei fratelli Percivale, ovvero rendere fertili terreni incolti, terminologia che, nei giorni che agitavano il boom economico del Belpaese, fu idealmente mutuata proprio dai Piergiorgio, Claudio e Roberto i quali decisero di seminare le proprie idee e le proprie passioni sul terreno delle corse automobilistiche.
Idee e passioni che diedero vita all’OMP Racing azienda che, negli anni, si è affermata e consolidato la propria originale professionalità nella produzione di rollbar e componentistica di sicurezza per auto da competizione, ma, soprattutto, grazie alle tute ignifughe da gara indossate dai principali campioni di Formula 1 come Michael Schumacher, Gerard Berger, Ayrton Senna, Nigel Mansell e dai rallysti quali Tommi Makinen, Juha Kankkunen, Carlos Sainz, Petter Solberg e Sabastien Ogier.
Ed agli albori di quel “runcare” sviluppato dai fratelli Percivale, la produzione artigianale della OMP fu strettamente dedicata a dotare di rollbar la vettura da rally del primogenito Roberto Percivale, a quei tempi pilota dilettante. Seguì un decennio di trasformazioni e di sviluppo che, nel 1981, portò al “debutto” ufficiale del primo prodotto della OMP: il rollbar artigianale per FIAT 500, una struttura di acciaio posta all’interno dell’abitacolo in modo da proteggere pilota e co-pilota in caso di incidente. Una geniale “runcata” che ha consentito all’azienda genovese un’affermazione aziendale a livello mondiale.
“L’idea della sicurezza, quella di proteggere lo scafo della macchina tramite il rollbar, è stata la scintilla che ha scatenato la prima produzione artigianale del Rollbar – spiega Luca Treves, responsabile acquisti produzione della OMP Racing Spa – da questa passione, successivamente è scaturito un forte business. Le scuderie impegnate nelle competizioni, difatti, hanno cominciato a richiedere per le proprie macchine la costruzione di questo supporto. Una intuizione geniale, quella dei fratelli Percivale, che sviluppò una parte di produzione legata alla carpenteria per poi passare ai prodotti ignifughi. Passaggio determinato quando la F.I.A. – Federazione Internazionale dell’Automobile – rese obbligatori l’abbigliamento ignifugo (ed omologato) e tutta una serie di prodotti per il pilota e le macchine da competizioni. Fu così che OMP avviò una nuova linea di produzione dedicata a questi prodotti, che oggi rappresentano il core business dell’azienda”.
Nel focus dei fratelli fondatori il tema della sicurezza ha rappresentato l’incipit di partenza che, a distanza di mezzo secolo, rimane l’obiettivo principale della OMP, sempre più impegnata nel settore della ricerca e dello sviluppo.
“Assolutamente si – ribadisce Treves – OMP investe sempre di più in ricerca e sviluppo proprio per poter essere sul mercato sempre più performante e sicura. Il processo di controllo qualità del prodotto, a partire dallo sviluppo fino al controllo delle merce in ingresso, è molto selettivo e si avvale di un laboratorio interno per quanto riguarda i controlli di routine, e di laboratori esterni per ciò che concerne i controlli della certificazione e per altri controlli a campione”.
Argomento, quello della ricerca e sviluppo, al quale, nella sede aziendale di Ronco Scrivia, è dedicata una sezione importante.
“Nella nostra sede genovese esiste un dipartimento dedicato con tanto di Quality Center, dove operano ingegneri e tecnici per garantire sempre la conformità dei prodotti. Ci avvaliamo, inoltre di laboratori certificati esterni, individuati dalla stessa F.I.A., nei quali OMP testa i suoi prodotti per poter essere così omologati.”
E’ da quel 1981, data ufficiale della nascita del primo Rollbar (oggi esposto nello show-room/museo di Ronco Scrivia) la OMP non ha mai smesso di “runcare” , innovando e rendendo fertile un settore che continua a fornire grandi soddisfazioni.
“Una delle principali svolte aziendali è avvenuta nel febbraio 2008, quando si registrò l’ingresso della nuova proprietà rappresentata dai fratelli Alberto e Paolo Delprato. Un passaggio che ha fornito una spinta notevole e decisiva, permettendo all’azienda di fare un salto notevole, sia a livello di qualità del prodotto, sia di immagine che anche per capacità di investimento. Dal 2008 ad oggi la OMP ha registrato un ottimo incremento di fatturato e di marginalità, cementato negli ultimi tre anni, con una crescita superiore al 40%”.
Leader incontrastato nel settore, qual è l’elemento di gradimento maggiore riscontrato nella clientela?
“Il primo elemento di gradimento – continua Treves – è dato dal fatto che la nostra clientela ha percepito positivamente il cambiamento del management. La nuova proprietà, ormai operativa da più di otto anni, ha voluto investire molto, nonostante gli anni di crisi economica, nella realizzazione di prodotti di altissimo livello, coinvolgendo affermati designer e focalizzandosi sulla qualità sia di prodotto che di servizio. Oggi il cliente associa alla OMP prodotti di qualità.
Qual è il prodotto dove avete registrato un significativo incremento di vendite negli anni ?
“Tutti i prodotti sono cresciuti sensibilmente, perché abbiamo investito su tutte le famiglie di prodotti che ritenevamo indispensabili. Oggi OMP è una delle pochissime aziende al mondo in grado di fornire una gamma completa di accessori di sicurezza per il motorsport sia per i piloti che per l’allestimento auto.
In questi anni inoltre, OMP è diventata molto competitiva anche alla voce custom tute ignifughe. Produciamo internamente tute ignifughe, per tutti i piloti di tutte le categorie, dalla Formula 1 a quelle minori”.
Dal rilievo del monte Reale, l’azienda ha tratteggiato ulteriori confini, dettato dalla graduale e decisa espansione.
“Alla sede di Ronco Scrivia, che rimane quella principale, ve n’è un’altra a Miami. Da Ronco Scrivia, l’OMP distribuisce in Europa nel resto del mondo, ad esclusione degli STATI UNITI che vengono serviti direttamente dalla sede di Miami attraverso la nostra controllata al 100% OMP America. Nel complesso vendiamo in 86 paesi in tutto il mondo”.
“Runcare” nella sicurezza automobilistica, vuol dire concretizzare idee e prodotti che salvaguardano la vita, così come avvenne il 23 aprile del 1989, quando il pilota austriaco Gerard Berger, a bordo della sua Ferrari, si salvò dalle fiamme proprio grazie alla tuta ignifuga e ai guanti realizzati da OMP.
“Per OMP la sicurezza è un aspetto assolutamente fondamentale, per questo da sempre e tutt’ora l’azienda è impegnata ad offrire il prodotto più sicuro possibile e testato in tutti i suoi aspetti”.
Realizzare un prodotto sicuro ed affidabile, vuol dire anche affidarsi anche a fornitori sicuri ed affidabili. Quindi un occhio importante OMP lo dedica anche la processo di selezione.
“Dal 2008 abbiamo cercato di razionalizzare la rete della nostra fornitura, cercando di stringere accordi di partnership e di rapporti in esclusiva. L’obiettivo di OMP è quello di stringere con i fornitori accordi strategici, selezionando quei fornitori, o per meglio dire partner, capaci di offrire un sopporto a trecentosessanta gradi soprattutto nello sviluppo dei prodotti nuovi e capaci di garantire un servizio impeccabile ”.
A proposito di prodotti nuovi, in questo primo mezzo secolo di storia qual è stato il prodotto più avveniristico realizzato da OMP e quale sarà quello del prossimo futuro?
“In questo ultimo periodo il prodotto più all’avanguardia è rappresentato dalle cinture di sicurezza in Dyneema. E’ un prodotto è ultraleggero e ultra resistente che ha permesso a OMP di diventare il fornitore della maggior parte dei team di F1. Il prodotto nuovo? Stiamo lavorando, sempre nella sfera del materiale Dyneema, allo sviluppo di una serie di prodotti legati a questa fibra nobilissima. Quest’anno usciremo in anteprima con un nuovo volante superleggero, ancor più leggero dei volanti in carbonio, e stiamo cercando di legare questa fibra a tutta una serie di altri prodotti che fanno parte della nostra strategia futura”.
Nella selezione dei fornitori, OMP ha dedicato anche un significativo momento alla valutazione di Promotionline…
“Sicuramente, la selezione di Promotionline è stata determinante per OMP in quanto ci ha permesso di instaurare una collaborazione proficua, con un fornitore serio ed affidabile il quale ci fornisce un servizio di qualità impeccabile e con cui contiamo di sviluppare ulteriormente il nostro business”.
OMP ha rappresentato e rappresenta un punto di riferimento importante non solo per quanto riguarda la tecnologia made in Italy, ma anche per le solide certezze offerte al tessuto connettivo economico dell’intera Penisola.
“In Liguria la OMP – conclude Treves – rappresenta una delle poche realtà con crescita a due cifre. E’ una realtà che, anche durante la crisi più nera del 2009, è riuscita a stare sul mercato continuando ad investire, raggiungendo risultati straordinari con circa l’ottanta percento del fatturato realizzato all’estero”.
Una società di eccellenza del made in Italy esportata in tutto il mondo.

(nella foto, da sx: Antonino De Francesco, Sales Executive Promotionline, e Luca Treves, Luca Treves, responsabile acquisti produzione della OMP Racing Spa)